like

"E adesso io ti chiamo per sapere come stai, se mi pensi mai, perché senza di me cela fai.
Tu che dicevi di amarmi, che un giorno saremmo stati solo io e te lontani da tutto, da tutti, dai problemi, dalle solite cose.
Tu che mi guardavi con gli occhi dell’amore. E ora puoi anche negare, puoi sputare nel piatto dove in fondo ti piaceva mangiare. 
Puoi essere forte quanto vuoi, dire che non ti importa.
Ma io lo so che quegli occhi erano amore. E non mi illudo dicendolo. Lo confermo ancora, e ancora.
E lo so che una mattina ti sveglierai. E non ti basterà più uscire con gli amici tuoi, fare il cazzo che vuoi. Perché ti mancherà sempre un po’ quella me che anche se ti faceva sclerare, ti faceva star bene.
E lo so che avrai paura di chiamarmi. Perché sarò già lontana, con altri pensieri, perché ti renderai conto di avermi fatto troppo male. Un male che in fondo non meritavo neanche.
Ma stai tranquillo, ho imparato ad accettare le sfide che mi manda la vita, ho imparato a cadere e rialzarmi. 
Non avere paura, perché se mi chiamerai io ti risponderò.
Non porto rancore alle persone.
Una cosa sicura la so: non potrò più darti l’amore che ho. Perché tu l’hai consumato, ridotto in mille pezzetti.
Ma potrò darti lo sguardo di una che ti ha amato, che per te ha ammazzato il mondo, non ha mangiato, non ha dormito, e ha pianto. 
E spero ti consoli l’unica certezza che io, nonostante tutto, ci sarò sempre. “

like
like
" Vieni da me, abbracciami e fammi sentire che sono solo mie piccole paure. "
" C’è una crepa in ogni cosa. Ed è da lì che entra la luce. "
like

Everything in this house reminds me of you. Every angle, every room, every space. And it sucks, because I can’t stop thinking that I’ll never forget you, even if you leave.

like
like
like
like